EL SABAT D'LE ERBE

Per riproporre questo piacere il Club Amici Valchiusella organizza ogni anno, nel mese di maggio, l’iniziativa “El sabat d’le erbe. Alla riscoperta delle erbe” al fine di recuperare una delle più antiche tradizioni valligiane, l’uso delle erbe montane nell’arte culinaria e nella medicina alternativa.

In città il mutare delle stagioni dà luogo a modifiche di scarso rilievo ad esclusione della temperatura. Difficile è cogliere le sottili variazioni dell’ambiente naturale in mezzo al delirio del grande traffico. Un tempo ogni stagione riportava sulle nostre tavole un ortaggio ormai inconsueto, un frutto nuovo. Era il piacere che si rinnovava ogni anno e nell’anno ogni mese.

Nei pomeriggi di ogni sabato di maggio facili escursioni nei verdi prati della Valchiusella in compagnia delle persone locali che ancora oggi tramandano le conoscenze per insegnare, con la loro viva voce, la distinzione e l’uso delle erbe primaverili.
Alla sera, nelle caratteristiche trattorie e ristoranti locali, si gusterà un menu tipico a base d’erbe che sicuramente farà apprezzare la ruralità della Valchiusella, un aspetto importante di turismo alternativo di qualità.

magistre_MG_4977_2000px.jpeg

L'ACCADEMIA DELLE ERBE

erbe04.png

L'esperienza del Sabat d'le Erbe ha alimentato una preziosa base di dati scientifici e storici tale da far acquisire ai Magistri d'erbe una singolare e specifica professionalità legata ai pregi del territorio.

Affinché tale patrimonio abbia modo anche di sviluppare una microeconomia rurale, è stata attivata l'Accademia delle Erbe che, tramite un proprio Comitato Scientifico, svolge un'attività didattica relativa alla conoscenza, proprietà e utilizzo delle erbe del territorio della Valchiusella.
 

LA CA' DEL TEIMP

casa-ruella_traversella_web.jpeg

A Traversella, all'interno dell'antico edificio Casa Ruella, di proprietà comunale, sono stati allestiti l'archivio storico di Traversella e l'archivio delle Miniere di Traversella, attive fino al 1971.

Dalla fusione di queste due iniziative è nata la denominazine della Ca del Teimp a testimonianza del percorso dell'evoluzione di una comunità alpina dai documenti antichi alle realtà contemporanee.
 

Presso tale struttura, nella stagione estiva e in concomitanza di eventi locali, sono accessibili al pubblico le relative rassegne espositive e la partecipazione a specifiche conferenze organizzate per illustrare la storia e le tradizioni locali.

 

ESCURSIONI NATURALISTICHE

tallorno_IMG_3121.jpeg
L'ambiente della Valchiusella è caratterizzato da una miriade di pregi naturali e storici che rendono visibile l'evoluzione nel tempo di un territorio e della sua antropizzazione, dai primi insediamenti allo sviluppo di una comunità alpina.

Le antiche incisioni rupestri, i giacimenti minerari, la flora, gli alpeggi, le mulattiere, le borgate e l'architettura rurale sono alcuni tasselli che consentono di organizzare specifiche escursioni con percorsi relativi alle richieste degli utenti . Dalla primavera all'autunno sono programmate una serie di escursioni guidate da esperti di settore e altre avranno luogo in base alle richieste di Enti e Associazioni. Gran parte delle escursioni hanno quale punto base di partenza l'area di accoglienza di Ponte Folle, presso le Miniere di Traversella e destinazione al rifugio Succinto presso l'omonima borgata dove è possibile anche l'eventuale pernottamento.

 

I NOSTRI LIBRI

Dall’Acetossella per finire con il Timo Serpillo, le magistre dij erbe prendono in esame e ci fanno scoprire erbe picamente valchiusellesi come la Bistorta poligono oppure la Barba di becco.Per ognuna di queste erbe, oltre a una interessante descrizione è stata redatta una dettagliata scheda botanica dove vengono descritte particolarità e proprietà. Le splendide illustrazioni inoltre permettono una facile identificazione, fornendo in questo modo un’immediata comparazione “sul campo”. Uno strumento indispensabile per chi voglia avvicinarsi oppure approfondire la conoscenza dell’affascinante mondo delle erbe spontanee. Tutte le erbe descritte nel quaderno sono ampiamente utilizzare nella cucina valchiusellese. Non poteva quindi mancare una descrizione in tal senso: per ognuna delle 15 erbe sono state selezionate due ricette tipiche della tradizione della Valchiusella. Una pubblicazione che si segnala anche per l’accattivante ed elegante veste grafica e per la ricchezza delle illustrazioni, con belle fotografie scattate dagli stessi magistri e dettagliati e colorati disegni delle erbe.

copertina_erbe_02.jpeg
copertina_erbe_01.jpeg
«Alla riscoperta delle erbe spontanee della Valchiusella», il primo quaderno de «El sabat d’le erbe».Questo primo quaderno di 80 pagine (interamente a colori, formato 165×233 mm) prende in esame, in rigoroso ordine alfabetico, 15 erbe tra quelle che più di frequente si possono osservare e studiare nel corso delle passeggiate che nel mese di maggio caratterizzano “El Sabat d’le erbe”. 
 

I CORSI DI CUCINA CON LE ERBE

sfondo-erbe-originale.png
Le Magistre d'erbe, oltre a svolgere l'attività didattica rivolta alla conoscenza delle erbe, hanno una tale competenza dell'utilizzo delle stesse che le ha rese professionali nella realizzazione in cucina di piatti di particolare pregio gastronomico.

Questa arte, frutto di ricette e tradizione, passione e fantasia, viene dalle Magistre trasmessa a un numero limitato di partecipanti, in specifici corsi di cucina che si svolgono da maggio a settembre presso la struttura di accoglienza di Ponte Folle. I corsi, su richiesta, vengono svolti anche presso sedi esterne. Tra queste, nell'ultimo biennio, le più significative sono state la Regione Autonoma Valle d'Aosta e dell'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo.