IL CLUB AMICI VALCHIUSELLA

“Il Club Amici Valchiusella è una associazione nata con lo scopo di far conoscere la storia e le tradizioni della Valchiusella, promuovere le attività del turismo rurale-naturalistico e mantenere vivi i legami fra la valle e i valligiani ovunque emigrati”

Nel corso degli anni le sue finalità statutarie si sono estese ai settori ambientali e culturali con l’obiettivo di:

  • Diffondere e valorizzare il patrimonio ambientale e culturale;

  • Promuovere ed organizzare momenti ed eventi di socializzazione e formazione atti a sensibilizzare la collettività locale sull’esigenza di mantenere le tradizioni e di proteggere i pregi del proprio territorio

  • Promuovere e valorizzare i prodotti tipici locali ed i loro produttori.

“Dal 2007 il Club Amici Valchiusella è una associazione di promozione sociale”

In 55 anni di fervente attività ed importanti iniziative (vedere voce “Storia”) ha qualificato il territorio e creato significative ricadute economiche alle aziende agricole e ricettive della valle.

Attualmente è impegnato nelle seguenti iniziative:
Depositphotos_208566328_L.jpeg

LA NOSTRA STORIA

Il Club Amici Valchiusella, associazione fondata nel 1957 aperta a valligiani e simpatizzanti della Valchiusella, ha svolto, da oltre mezzo secolo, una intensa attività ispirata all’art.2 del proprio statuto originario avente le seguenti finalità:

  • diffondere e mantenere viva la conoscenza della Valchiusella

  • sviluppare e appoggiare le attività di carattere turistico e alpinistico nella valle 

  • mantenere vivi i legami fra la valle e i valligiani ovunque emigrati


La storia del Club è stata contraddistinta dalle seguenti tre fasi temporali:

1957-1970

Valorizzazione della montagna valchiusellese non solo sotto l’aspetto fisico geografico ma soprattutto sotto l’aspetto umano con capillare coinvolgimento di tutti i margari dediti all’attività d’alpe in un reciproco rapporto d’amicizia e solidarietà.

Tra le iniziative del periodo spiccano: 

- la realizzazione del rifugio Alpe Gheia

- la costruzione e posa della croce sul Monfandì

- l'apertura delle prime vie di arrampicata della palestra di roccia di Traversella 

- la pubblicazione del periodico ‘Noi d’la Valciusela’

1971-1990

Valorizzazione degli aspetti più culturali della valle: Ricerche storiche, ricerche sugli emigranti valchiusellesi nel mondo e valorizzazione delle locali tradizioni. Intuizione e successiva progettazione della classica rete di sentieri escursionistici e culturali dalle originali denominazioni:

“Il sentiero delle Anime”,

“Il sentiero dei mufloni”,

“Il sentiero del gallo forcello”,

“La via dei laghi”,

“Il Sentiero degli Opifici” lungo il torrente Chiusella, con l’obbiettivo di saldare i comuni della valle. Il percorso per alcuni anni è stato frequentato dalle scolaresche locali ma poi è entrato nell’oblio.

Sostegno alla realizzazione dei rifugi Chiaromonte e Balma Bianca alla Palestra di Roccia di Traversella, denominato poi Bruno Piazza.

1990-oggi

Anticipando di gran lunga le tendenze del turismo culturale e naturalistico, l’Associazione, consapevole di essere ormai preziosa depositaria delle tradizioni locali conseguenti soprattutto alla professionalità secolare delle attività agricole e minerarie della comunità alpina della Valle, preso atto dei notevoli pregi ambientali del territorio valligiano e dei saperi della tradizione, avviate iniziative mirate alla loro valorizzazione nell’ambito dei seguenti settori:

Turismo Culturale

  • MINIERE DI TRAVERSELLA
    Elaborazione studio e proposta di valorizzazione nell’ambito della cultura materiale

     

  • JEAN GIONO TRA LA SUA GENTE
    Organizzazione di tre convegni di cui uno internazionale sullo scrittore francese Jean Giono di origine Valchiusellese. Realizzazione di un itinerario, segnalato da apposite targhe, nelle contrade dell’alta valle, in ricordo della migrazione della famiglia Giono, secondo l’evoluzione socioeconomica dell’anno.

     

  • CENTRO DI DOCUMENTAZIONE di VALLE
    Allestimento in Traversella presso casa Ruella della “Ca’ del Teimp” raffiguranti i segni dei primi abitanti della valle e depositaria della progressione della memoria valligiane nel tempo.

Editoria

  • J’ ERBE libro sulle erbe spontanee della Valchiusella 

  • TRAVERSELLA IN VAL DI BROSSO. L’attività agro-pastorale attraverso i secoli di una comunità alpina. Vol. III

  • EL SABAT D’LE ERBE alla riscoperta delle erbe spontanee della Valchiusella. Volume I e II
    Collana I quaderni del Sabat d’le Erbe

  • CD vari

Turismo Naturalistico

Depositphotos_221059838_L.jpeg
  • El SABAT D’LE ERBE
    Classiche passeggiate alla riscoperta delle erbe spontanee attraverso incantevoli luoghi ricchi di eccellenze paesaggistiche e di storia raccontata dal vivo dai suoi protagonisti. L’iniziativa più esaltante per la valorizzazione dei pregi naturalistici della valle con ricadute economiche nei comparti dell’accoglienza in cascina e della ristorazione.

     

  • EMOZIONI IN LIBERTÀ
    Slogan da noi individuato per promuovere la conoscenza di specie animali, in particolare del territorio valchiusellese e che il settore Tutela Flora e Fauna della Provincia di Torino ha utilizzato, con il nostro consenso, per creare una rete provinciale e promuovere così l’osservazione di animali tipici nelle varie località. La Valchiusella è stata coinvolta nella seguente iniziativa: La stagione degli Amori La danza del Gallo Forcello ed i Mufloni.

     

  • PERCORSI NATURALISTICI

  • “Passeggiata dei Fiori” -  Osservazione dei fiori selvatici e del loro habitat

  • “El Sabat d’ij Arbuj” -   Sapori di autunno alla scoperta del bosco.

  • “La via dei Cantoni” -   Ideazione di un nuovo itinerario attraverso le borgate di Cappia, Succinto, Lasazzio, Fondo, Talorno, Perotto, Gaido, Cantoncello, Durando, Delpizzen e Chiara lungo un tragitto ricco di storia ed affascinante per l’ambiente ed i pregi di architettura rurale. L’itinerario è frazionabile in modo da essere percorso in due giorni con pernottamento a Succinto.

Turismo Rurale

Struttura di Accoglienza a Ponte Folle (Traversella) Ristrutturazione di un opificio minerario destinato a rassegna e degustazione dei prodotti tipici locali ed annesso prefabbricato con cucina attrezzata e utilizzata per corsi di cucina a base di erbe.

Le eccellenze casearie: la toma d’Trausela ed il Civrin 
Attività di promozione approdata al riconoscimento di qualità con inserimento dei due formaggi nel Paniere dei prodotti tipici della Provincia di Torino .

I Sentieri delle TOME Passeggiate alla scoperta della cultura materiale “del fare e del gustare”, della toma fresca , la toma , la toma carià ed il civrin in cascina .

Eventi

  • “TOMERBE”
    Nel corso del mese di giugno, mostra mercato dei prodotti tipici della Valchiusella – Emozioni e Gusti a km zero – Rassegna ed illustrazione delle erbe spontanee.
     

  • “LA TRAMIA”
    I Margari protagonisti con i loro animali . Nel mese di ottobre dall’anno 2006 al 2011 manifestazione promossa ed organizzata con rassegna animali,gara di mungitura e laboratori della filiera produttiva del latte .

Promozioni

Partecipazione agli eventi organizzati dall’Assessorato Agricoltura e Sviluppo Montano della Provincia di Torino. Partecipazione con i prodotti della valle a “Bracheese” ed il Salone del Gusto.

Turismo religioso

  • Parrocchia di Succinto – Rifugio alpino Ristrutturazione, con ingente esborso finanziario da parte dell’associazione, del fabbricato della parrocchia di Succinto destinato a rifugio alpino, punto sosta della “Via dei Cantoni” e del percorso devozionale “I sentieri del Cielo”.
     

  • Don Martino Chiolino – Dalla Valchiusella alla Cina Manifestazione organizzata in collaborazione con la Diocesi di Ivrea e il Comune di Traversella con tema: “Attualità di una testimonianza: la Cina del passato, del presente e del futuro delineata da missionari, imprenditori in Cina e dalla Comunità cinese in Piemonte.  
     

  • Un prete per amico. Ricordo di Don Silvio Margherio. Nel decimo anniversario della morte di Don Silvio Margherio allestimento di una mostra fotografica e di documenti. Itinerante a Succinto, Vico Canavese, Meugliano e San Giusto Canavese.  Produzione di relativo CD.  

erbe04.png